Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Medicinali sottoposti a monitoraggio addizionale

In osservanza a quanto previsto dalla legislazione di farmacovigilanza, l’Unione Europea ha introdotto una nuova procedura per contrassegnare i medicinali che sono oggetto di uno stretto e specifico monitoraggio da parte delle agenzie regolatorie e che appunto rientrano nella denominazione di “medicinali sottoposti a monitoraggio addizionale”.

Si tratta in particolare di:

  • medicinali contenenti nuove sostanze attive autorizzate in Europa dopo il 1 gennaio 2011;
  • medicinali biologici (quali i vaccini e i derivati del plasma) e biosimilari per i quali i dati di esperienza post commercializzazione sono limitati;
  • prodotti la cui autorizzazione è subordinata a particolari condizioni (è il caso in cui l’Azienda è tenuta a fornire ulteriori dati) o autorizzati in circostanze eccezionali (quando sussiste una specifica motivazione per cui l’Azienda non può fornire un set esaustivo di dati);
  • medicinali soggetti a studi sulla sicurezza dopo la concessione dell'AIC (risultati sull’uso a lungo termine o su reazioni avverse rare riscontrate nel corso della sperimentazione clinica).

Ulteriori medicinali possono essere sottoposti a monitoraggio addizionale dietro decisione del Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA).

Tali medicinali vengono identificati da un simbolo nero, un triangolo equilatero rovesciato , da includere nei fogli illustrativi e nei Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto insieme ad una dicitura standard per informare pazienti e operatori sanitari che il farmaco in questione è soggetto a monitoraggio addizionale.

A partire dall’autunno 2013 il simbolo verrà apposto nei fogli illustrativi e negli stampati interni alle confezioni (non sarà presente sull’esterno delle confezioni) dei medicinali oggetto dell’iniziativa.

I medicinali restano soggetti a monitoraggio addizionale per un periodo di cinque anni o fino a quando non sono state osservate le condizioni che hanno portato a richiedere il monitoraggio addizionale.

Il PRAC si occupa di stilare ed aggiornare mensilmente le liste dei medicinali soggetti a monitoraggio addizionale che sono pubblicate sul sito dell’EMA.

La prima lista è stata resa disponibile on line il 25 aprile 2013 ed è regolarmente aggiornata dal PRAC. La lista dei medicinali sottoposti a monitoraggio addizionale è consultabile direttamente sul sito dell'EMA al seguente Link.

Come anticipato in premessa, l’iniziativa si inserisce nell’ambito della legislazione di farmacovigilanza nell’ottica di migliorare le attività di rilevazione dei segnali di sospette reazioni avverse e soprattutto per stimolare la partecipazione di pazienti e operatori sanitari nella segnalazione di queste ultime alle autorità competenti.

Come anticipato in premessa, l’iniziativa si inserisce nell’ambito della legislazione di farmacovigilanza nell’ottica di migliorare le attività di rilevazione dei segnali di sospette reazioni avverse e soprattutto per stimolare la partecipazione di pazienti e operatori sanitari nella segnalazione di queste ultime alle autorità competenti.

Le segnalazioni pervenute sui medicinali inclusi nelle liste saranno valutate insieme ai dati già disponibili, al fine di garantire che i benefici di tali medicinali siano sempre superiori ai loro rischi e per poter intraprendere adeguate azioni regolatorie, quando necessario.

Per approfondimenti si rimanda al documento EMA allegato (in lingua italiana) e alla sezione dedicata ai medicinali sottoposti a monitoraggio addizionale sul sito dell’EMA.

Riferimenti normativi:

Data aggiornamento: novembre 2017
Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina